La storia del C.N.S.A.S.

Il CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico) nasce il 12 dicembre 1954, ma affonda le sue radici nell'innato spirito di solidarietà delle genti di montagna. Il boom del turismo e della vacanza ha trasformato la montagna nella meta privilegiata per chi ama gli sport invernali, pratica l'outdoor, ama il contatto con la natura: da qui l'evoluzione del soccorso alpino che oggi trova nel C.N.S.A.S. l'espressione più completa e organizzata. Fanno, infatti, parte della struttura 7.000 unità: ad alpinisti e speleologi si affiancano tecnici di elisoccorso, unità cinofile, medici per ogni caso di emergenza. Si tratta di un team di professionisti di alto livello, operativo tutto l'anno, 24 ore su 24, in diverse aree di intervento: dagli incidenti che possono verificarsi nel corso di attività escursionistiche, alpinistiche (sentiero, parete, cascata di ghiaccio, crepaccio) a quelli causati da calamità naturali (valanghe, alluvioni, terremoti...) o da arresto di impianti a fune (seggiovie, funivie...). Il CNSAS è pronto a intervenire anche in caso di eventi ordinari, in luoghi difficilmente raggiungibili dalle normali équipes sanitarie. L'organizzazione è articolata in Servizi Regionali, coordinati da una Direzione Nazionale, alla quale fanno capo anche le Scuole Nazionali. Ogni Servizio Regionale si articola in Delegazioni (alpine o speleologiche), che a loro volta sono costituite da più Stazioni (alpine o speleologiche).

1863. Nasce il Club Alpino Italiano. Tra i suoi compiti istituzionali è previsto il soccorso in montagna.
1926. La Sezione di Lecco, il CAI-UGET di Torino, la Società Alpina delle Giulie formano squadre di soccorso alpino.
1932. Il CAI approva il "Regolamento per l'assistenza sanitaria in Montagna" con le prime Stazioni di Soccorso.
1938. Il CAI istituisce il "Contributo di Soccorso Alpino" in tutti i rifugi per l'acquisto di attrezzature sanitarie. 1946-1953. Numerose Sezioni CAI organizzano squadre di soccorso alpino e la SAT crea un vero Corpo di Soccorso Alpino.
1954. Il CAI istituisce il CSA (Corpo di Soccorso Alpino) che raccoglie in un'unica organizzazione tutte le strutture esistenti: Direttore Scipio Stenico.
1967. Il nuovo Regolamento cambia il nome del CSA in CNSA (Corpo Nazionale di Soccorso Alpino).
1968. Il Soccorso Speleologico entra a far parte del CNSA.
1969. Il CNSA viene insignito della medaglia d'oro al valor civile.
1990. Il CAI delibera il passaggio del CNSA a Sezione Particolare con l'attuale denominazione CNSAS.
2001. La Legge 74/2001 riconosce al CNSAS la funzione di Servizio.


Realizzato da Engenia Web